Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP

ferrovia-internazionale.com
FS italiane News

ASSETS4RAIL DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

Dopo 37 mesi di attività, si è recentemente concluso il progetto Assets4Rail, finanziato dal Programma Quadro per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020 e a cui hanno partecipato FS, RFI e Trenitalia all’interno di un Consorzio internazionale guidato da EURECAT.

ASSETS4RAIL DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

Il progetto ha ricevuto complessivamente € 125.000 di contributi comunitari per il Gruppo FS a fronte di un valore totale del progetto pari a € 4,7 milioni attraverso Shift2Rail Joint Undertaking, iniziativa della Commissione Europea e predecessore della nuova partnership Europe’s Rail cui il Gruppo partecipa.

Il progetto nasce con l’obiettivo di ottimizzare i metodi per l'ispezione e il monitoraggio delle infrastrutture e degli asset ferroviari:
  • perfezionando gli interventi di ispezione, manutenzione e monitoraggio, contribuendo quindi all’efficienza e affidabilità delle infrastrutture ferroviarie, in particolare nei ponti e delle gallerie, e alla riduzione delle emissioni acustiche;
  • sviluppando un modello informativo dedicato (BIM) con algoritmi integrati, utilizzato per raccogliere e valutare le informazioni fornite da sensori specifici provenienti da tutti i segmenti di origine (onboard, wayside e remote), al fine di correlare i diversi dati e ottenere una visione olistica dello stato del sistema ferroviario.
Assets4Rail ha pertanto seguito un duplice approccio, focalizzato su infrastrutture (tunnel, ponti, geometria dei binari e sistemi di sicurezza) e su materiale rotabile.

Per la componente infrastrutturale del progetto sono stati utilizzati due tipi di sistemi di ispezione per monitorare i difetti del rivestimento della galleria e della superficie a tergo, e sono stati impiegati dei sensori che monitorano il consumo dell’infrastruttura collegato alla fatica, il rumore e le vibrazioni dei ponti, nonché la geometria dei binari.

Il monitoraggio del materiale rotabile ha, invece, previsto l'installazione di un sistema automatizzato di imaging a terra e sottotelaio per la raccolta dati finalizzata alla rilevazione dei difetti dell'infrastruttura. L'uso della tecnologia di identificazione a radiofrequenza (RFID) per la sorveglianza dello stato del materiale rotabile ha consentito inoltre l’identificazione dei treni e l’associazione dei guasti identificati del materiale rotabile.

Il progetto si è concluso positivamente con la validazione in ambiente operativo del set di tecnologie innovative per il monitoraggio di ponti e gallerie, guidata dal Gruppo FS, presentata dai nostri colleghi sia al Final Event del progetto a Berlino che agli Info Days di Shift2Rail a Brussels.

Assets4Rail, oltre al finanziamento ricevuto, ha permesso lo scambio e la creazione di conoscenze all’interno di un Consorzio internazionale eterogeneo, composto da aziende industriali, sperimentando sul campo l’utilizzo combinato di tecnologie innovative.

www.fsitaliane.it

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP